Gioielli con le Pietre delle Meraviglie Dure e Preziose
Cerca
Generic filters
Gioielli con Pietra Ametista e Druse Minerali
Pietre Turchesi Gioielli
Pietre Dure Preziose Opale Gioielli
Gioielli pietra preziosa Smeraldo
Pietre di Luna Gioielli
Cerca
Generic filters

Gioielli in Argento placcato oro 18k (Carati)

Cosa significa placcato oro 18k?
Salta alla collezione Gioielli Dorati ⇓

Quando vuoi acquistare delle catene a maglie e vedi che sono contrassegnate come placcate in oro 18k, probabilmente ti chiedi cosa significhi. Bene, i gioielli placcati in oro non sono fatti d’oro in realtà. Il metallo di base nel nostro caso è Argento Sterling 925, che è più conveniente di qualsiasi lega d’oro. Tuttavia, i gioielli placcati in oro vengono realizzati utilizzando elettricità o sostanze chimiche per depositare uno strato molto sottile di oro su quell’altro metallo di base. La cosa molto importante di questo processo è che possiamo creare uno strato dorato sottile da 1/1000 a 3/1000 di pollice.

Gioielli Argento placcato oro 18k carati

Ma potresti ancora non essere sicuro di cosa significhi esattamente placcato in oro 18k? Questo tipo di analisi indica quanto oro puro contiene tale gioiello. Quindi, quando acquisti un anello, una catena , una collana o un braccialetto placcati in oro 18 carati , significa che lo strato dorato che lo ricopre contiene il 75% di oro puro. Ovviamente, devi renderti conto che lo strato è davvero sottile, quindi il fatto che ci sia molto oro puro non aumenta notevolmente il suo valore. Tuttavia, se qualcuno chiedesse: è oro 18k placcato oro vero? La risposta è: sì, c’è oro vero su questi gioielli, anche se è solo un sottile strato di esso. Quello strato d’oro è solitamente spesso da 0,17 a 2,5 micron (µ).

Questo tipo di gioielli è ideale per le persone con pelle sensibile o allergie da contatto ai metalli, compreso l’argento. Lo strato d’oro ipoallergenico ti proteggerà dagli allergeni.

Storia della placcatura in oro

I gioielli in oro puro 24K in realtà non esistono. La struttura dell’oro puro è troppo morbida ed è impossibile utilizzare tale materiale per realizzare gioielli senza aggiungere altro metallo, come argento o rame.

È noto che i fabbri colombiani usavano tecniche speciali per dorare il rame nel nord del Perù. I loro tumbaga (oro guanina) erano leghe di rame con oro, contenenti dal 10% al 30% di rame e dal 70% al 90% di oro. Inoltre, il loro oro aveva naturalmente dal 5 al 10% di argento. Che ci crediate o no, alcuni di questi manufatti cerimoniali d’oro e d’argento risalgono al 50-300 d.C.

Il chimico italiano Luigi Brugnatelli è stato il primo uomo a placcare un sottile strato d’oro sull’argento dopo aver scoperto la galvanica nel 1805. Al giorno d’oggi, la placcatura in oro è uno dei modi più popolari per realizzare gioielli.

Poiché l’oro 24K è troppo morbido, i gioiellieri usano spesso l’oro 18K a tale scopo. Il processo di creazione di tali gioielli include il rivestimento della base di metallo solido con un sottile strato d’oro. Tieni presente che l’oro utilizzato per la doratura ha il 75% di oro puro ed è praticamente impossibile vedere a prima vista la differenza tra gioielli in oro e pezzi placcati in oro.

Collezione Gioielli Argento Dorati